Vodopivec

vodopivec

Vodopivec

I fratelli Paolo e Valter Vodopivec sono subentrati nell’azienda del padre nel 1994 e dopo due anni hanno deciso di specificare la produzione ad un solo vitigno autoctono: la Vitovska. Le vigne (ca. 33 ha) sparse a Colludrozza di Sgonico (TS) nel Carso triestino sono impiantate ad alta densità di ceppo ad alberello. Ogni operazione, dalla potatura, alla pulizia verde, alla gestione della piante e vendemmia sono eseguite personalmente e manualmente dai fratelli. Non fanno uso di diserbi chimici, ne fertilizzanti ed in cantina escludono a priori l’uso di lieviti selezionati, stabilizzanti o correttori chimici. La fermentazione parte con lieviti indigeni e continua facendo follature senza controllo della temperatura. Le macerazioni sono lunghe e la durata è diversa nei tini di legno rispetto alle anfore di terracotta. I travasi come l’imbottigliamento vengono eseguiti seguendo le fasi lunari e in tutti i passaggi non viene usato alcun correttivo chimico. I recipienti usati sono solo di due tipi: botti di legno ed anfore di terracotta. Il vino dal color oro presenta profumi essenziali, lunghi, persistenti di frutta fresca e frutta secca ma non polposa, fieno, fiori bianchi e di campo dal sapore asciutto, caldo, persistente giustamente tannico con perfetta acidità.