Domenica, 14 Maggio 2017 16:05

Fegato alla veneziana

Vota questo articolo
(0 Voti)
Vero Vino Vero Vino La Caneva

Fegato alla veneziana
 
Michele, proprietario del locale Vero Vino a Treviso, ci propone un piatto della tradizione veneta Il fegato alla veneziana e lo abbina al Perle d'uva di Gaspare Buscemi.


E' difficile andare nei locali a Venezia o nell'entroterra nei quali non venga proposto il Fegato alla Veneziana. Piatto della tradizione, ma non per questo banale, che unisce il sapore amaro del fegato con la dolcezza delle cipolle: condizione essenziale un fegato freschissimo di ottima qualità.

Fegato alla veneziana:

fegato

  • Fegato di vitellone
  • cipolle tagliate sottili
  • uva passa
  • pinoli tostati

In questa versione oltre all'utilizzo dell'uva passa e dei pinoli tostati, Michele utilizza fettine intere di fegato, al posto dei più consueti pezzettini; scelta che consente di mantenere la carne morbida e succosa.

Ricetta che permette i più disparati abbinamenti; da quelli più estremi, ad esempio importanti vini ossidati, sino alle bollicine. Ecco la scelta di Michele, bollicine, anzi signore bollicine prodotte da quel straordinario personaggio che è Gaspare Buscemi. Dunque un Perle d'Uva, ma non Perle d'Uva qualsiasi, quelle dell'annata 2004 (13 anni!), il tempo dona al vino complessità e struttura che ben si accostano ad un cibo ostico come il fegato; la leggera bollicina sgrassa con delicatezza il palato.


Vero Vino

verovino lowE' una enoteca situata nel quartiere San Pelaio nella periferia nord di Treviso, arredata principalmente da scaffali in cui sono esposte molte bottiglie di vino, che si possono sia acquistare, sia decidere di aprirne qualcuna al momento. Nel locale non si trova solo vino, oltre ad una nutrita serie di distillati e grappe,  è possibile trovare una moltitudine di prodotti gastronomici: cioccolatini, biscotti, dolciumi, pasta, riso, passate di pomodoro, olio, scatole di tonno e molto altro. Il tutto scelto, tra le migliori proposte disponibili nel mercato e selezionato dal palato sopraffine di Michele.
Vero Vino non è un ristorante ma è dotato di una piccola cucina ed è possibile gustare formaggi e salumi tipici, a volte pesce crudo, cicchetti (nervetti folpetti etc), a volte vengono serviti alcuni piatti caldi, come appunto il fegato alla veneziana, preparati al momento.

Strana storia quella di Michele, che ha cominciato ad assaggiare il vino presto, quello fatto dal padre, e poi con i primi "introiti" acquistarne curiosamente. Affina i suoi gusti cominciando a frequentare i primi corsi e nei primi anni '90 lavora a Treviso in un negozio di abbigliamento ma con degustazioni nel retrobottega. Ha fatto anche una breve ma significativa esperienza in una enoteca a Frescada.
Nel 2001 ha entusiasticamente aperto Vero Vino, con un gioco di parole (tanto caro a Michele) mutuato dall'utilizzo di "Vino Vero" e del percorso fatto dai vignaioli proprio alla fine anni novanta, alla ricerca del vino genuino, rifiutando gli eccessi delle tecniche invasive fatte nei campi ed in cantina.

scaffali lowTra gli scaffali in esposizione ce n'è uno denominato "vini liberi" (molti vini distribuiti da La Caneva qui vi trovano posto) in cui sono esposti quei vini che vanno oltre le classificazioni: denominazioni, tipologie (biologico, biodinamico), territori e consorzi. Vini fatti da vignaioli che guidano le coltivazioni delle viti e seguono i lavori in cantina ma che non li forzano lasciandoli appunto liberi di esprimere la forza: del territorio, del vitigno e dell'annata.

Coadiuvato da Angela, Toti e Genziana, il locale è meta di persone che fanno la pausa pranzo degustando piccole prelibatezze unite ad un calice di vino, ma è frequentato anche da giovani che alla mescita possono bere vini di etichette prestigiose. Spesso succede che aperta una bottiglia per servire un paio di bicchieri, venga rapidamente finita da altri avventori incuriositi da quel particolare vino, scelto tra i molti presenti.

Insomma un bel locale nel quale è possibile trovare qualità nei vini e nei cibi serviti, uniti al servizio simpatico e competente. L'unico pericolo è di rimanere impigliati nei fili dei discorsi intrecciati da Michele e tra un assaggio e l’altro trovarsi in men che non si dica nel pieno della notte, invece della mezz'ora che ci si era prefissati.

Ma anche questo è un piacere e si sà che quando si sta bene il tempo malgrado scorre veloce.

michele

Informazioni sul locale

  • Nome: Vero Vino
  • Indirizzo: via S. Pelaio 119/a
  • Città: 31100 - Treviso
  • Chiusura: Lunedì.
  • Telefono: 0422 424580
Letto 319 volte

Articoli correlati (da tag)