Domenica, 28 Febbraio 2016 19:53

C'è saggezza nel vino

Vota questo articolo
(2 Voti)
Lino Maga Lino Maga La Caneva

J. Kerouac di certo non poteva conoscere il cav. Lino Maga, az. agr.  Barbacarlo, ma mai frase è più azzeccata.

Ascoltare Lino MagaRifornire gli scaffali de La Caneva è spesso la scusa per affrontare lunghi viaggi (invece di affidarsi ad anonimi corrieri)  e rincontrare i grandi produttori che fanno grandi i vini italiani, Lino Maga è certamente uno di questi, e fortuna vuole che è anche tra i vini più apprezzati dai semplici appassionati, dalle enoteche e ristoratori ci siano proprio i vini Barbacarlo.

Non possiamo raccontare, alcunché su cav. Lino, altri e ben più blasonati personaggi  hanno scritto e narrato tutto su questo straordinario personaggio, ma ogni volta che ci si reca nel suo "covo" il locale Vendita diretta Maga a Broni in provincia di Pavia si sa che si torna a casa con qualche cosa di nuovo dentro.

 

 

Saggezza Qualche ora trascorsa ascoltando le parole di Lino che dettagliatamente ti racconta  le vicissitudini del vino di quell'annata particolare (perché particolari infondo lo sono tutte: Ronchetto, per chi ne ha qualche bottiglia, Montebuono o Barbacarlo) che tu stai assaggiando, circondati dalle bottiglie, dai libri, dalle foto e dalle frasi scritte dallo stesso Maga o dai suoi amici riempie il cuore e la mente.

Al ritorno si porta con se (oltre che con un congruo numero di bottiglie) delle piccole frasi, dei piccoli racconti che fanno intuire del perché i vini dell'Az. Agr. Barbacarlo sono genuini, come ama dire Lino.

 

 

 

 Il priAnalisi chimica e giudizio criticomo lampo è il foglietto esplicativo del Barbacarlo 2014, oltre ai consueti numeri asettici delle analisi chimiche sotto c'è una piccola scritta: "Attese le condizioni atmosferiche sfavorevoli il prodotto 2014 non è adatto alle lunghe conservazioni"! Genuinità ed onestà intellettuale! Una dicitura che il produttore si è sentito in dovere di sottolineare e aggiunge valore a quello che i freddi numeri dell'analisi chimica, seppur importanti, non sanno e non possono dire.

Il secondo acuto, in realtà sono due, uno di seguito all'atro, come il tuono segue dopo poco la luce della saetta. Nello spiegare le meticolose modalità con cui effettua i travasi e di come risciacquare le botti prima di riempirle del prezioso vino, Maga afferma che poi "le botti cantano" (quasi a ringraziare); dopo aver imbottigliato il vino corica le bottiglie per circa quarantacinque cinquanta giorni affinché "il vino faccia amicizia con il turacciolo". Due espressioni che sono indice di sensibilità e saggezza, ed il vino dell'Az. Agricola Barbacarlo ne è vera espressione.

Impossibile spiegare questi vini, occorre solo berli con lentezza.

Una sola annotazione, assaggiare il vino della vendemmia 2015, che detto per inciso si preannuncia straordinaria, spillato dalla botte intitolata a Gino V. non può lasciare indifferenti.

Sugli scaffali de La Caneva ci sono i vini dell'az. Agr. Barbacarlo, affrettatevi ad acquistarli, così avremo un'altra scusa per ritornare a trovare il cav. Lino Maga per rimpinguare le scorte.

 

Alla Caneva potete trovare i vini dell'Az. Agr. Barbacarlo

 

 

 


 

ozio_gallery_nano
Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura

Letto 1564 volte
Altro in questa categoria: « Sellari e Franceschini Pietra »